PERCHÉ SCEGLIERE SSCB

Conservazione privata, ecco a chi affidarsi

Per affrontare con più serenità la scelta della conservazione privata occorre selezionare la struttura giusta. Ma quali sono i criteri da dover prendere in considerazione per garantirsi una reale speranza per il futuro? Basta tenere a mente tre semplici regole: qualità, sicurezza e trasparenza. Ed è proprio questa la ricetta di Swiss Stem Cell Bank (SSCB) che, grazie ad un’esperienza più che decennale, è tra le primissime banche in Europa, prossima a raggiungere il traguardo dei 20 mila campioni conservati.

Sicurezza e qualità in SSCB

La sicurezza e la qualità di SSCB sono garantite sia a livello nazionale che internazionale.

Sin dall’inizio della propria attività, SSCB è stata ispezionata per 4 volte da Swissmedic, l’ organismo federale svizzero di controllo sui farmaci e sugli agenti terapeutici , in pratica l’omologo svizzero dell’italiana AIFA (Agenzia Italiana del Farmaco).

Oltre all’autorizzazione di Swissmedic, SSCB ha ricevuto anche il prestigioso accreditamento da FACT– Netcord ovverosia un’associazione non profit con sede a Omaha, USA, e dal 1997 è il riferimento mondiale delle banche del cordone, pubbliche e private.

Dalla fine del 2012, dopo un lungo e complesso percorso di certificazione, FACT-Netcord ci riconosce ufficialmente come banca accreditata. L’accreditamento è stato rinnovato fino a tutto il 2018 a seguito dell’ispezione condotta nei giorni 4 e 5 settembre 2015. Nel mondo, solo 54 banche del cordone sono accreditate (aggiornamento agosto 2016), le migliori banche pubbliche di donazione e le migliori banche private di conservazione autologa. SSCB Swiss Stem Cell Bank è una di queste.

Questo attestato di qualità è sinonimo di garanzia per i genitori che hanno scelto di conservare il campione di cellule staminali in SSCB. Infatti, nel caso servisse per una terapia,  questo verrà considerato sicuro e utilizzabile come quelli dalle migliori banche pubbliche di donazione.

Infine, è bene ricordare che SSCB è davvero una biobanca e non un intermediario. Questo significa che per la conservazione non si affida a laboratori terzi ma svolge tutte le attività di processo e stoccaggio in strutture ubicate in Svizzera.

Quando la parola d’ordine è trasparenza

Al termine del processo di crioconservazione, SSCB rilascia un certificato che riporta nel dettaglio i dati del campione conservato: dalla vitalità cellulare al numero delle cellule ai risultati dei test sierologici e microbiologici per finire con l’indicazione del gruppo sanguigno del neonato. Si tratta di dati che, in caso di trapianto, risultano determinanti per decidere se utilizzare o non il campione. Quanto al costo in SSCB non ci sono sorprese. Il prezzo indicato al momento dell’adesione è comprensivo di tutto e vale per tutto il tempo di conservazione.

Competenza e professionalità

È così che in SSCB ci si prende cura dei propri clienti offrendo servizi di consulenza gratuiti sui nuovi studi clinici che riguardano le cellule staminali. Entrare a far parte di questi gruppi sui quali vengono ‘sperimentate’ nuove terapie non è così semplice. Bisogna valutare attentamente i casi e capire, con il gruppo di ricercatori che sta portando avanti lo studio, se è possibile accedervi. In una sola parola, servono competenze, come quelle di SSCB.